Get Adobe Flash player

Vacanze in Riviera

Riviera di Rimini è da oltre 160 anni uno dei luoghi di vacanza più frequentati d’Europa. Il segreto di un successo così duraturo sono la cordialità e la capacità di accoglienza dei suoi abitanti, una tradizione di ospitalità che sempre ha saputo rinnovarsi di fronte alle sfide del presente, un territorio che in perfetta sintesi offre mare e colline, cultura e divertimento, monumenti e spettacoli. Una vacanza sulla Riviera di Rimini è l’incontro con una terra e la sua gente, è la scoperta di un luogo vero che corrisponde ai sogni e ai desideri.

UNO SGUARDO AL TERRITORIO

È l’ultimo lembo meridionale della Romagna, un territorio compreso fra il mare Adriatico e le colline che lo separano dal Montefeltro. Il capoluogo della provincia è Rimini, meta storica e riconosciuta del turismo balneare e città natale del grande regista Federico Fellini. A nord i confini sono la provincia di Forlì-Cesena, a ovest le Marche, la Toscana e la Repubblica di San Marino. È un territorio che offre all’occhio una varietà riposante di paesaggi e colori: la linea blu del mare, la linea dorata della spiaggia, le curve verdi delle colline, l’azzurro intenso del cielo sul quale si stagliano borghi, castelli, palazzi, monumenti. I centri abitati si sono sviluppati nei secoli sulla costa e lungo le due vallate principali, la Valle del Marecchia e la Valle del Conca. La Valmarecchia, aspra e fiancheggiata da massi rocciosi, conserva la memoria di una delle prime civiltà italiche, la Villanoviana di Verucchio; la Valconca è più morbida, anche se verso le Marche il paesaggio si fa più movimentato e compaiono nudi calanchi. Valmarecchia e Valconca appartenevano ai Malatesta, che in questi luoghi di confine coi nemici storici del Montefeltro hanno eretto roccaforti e dimore.

OSPITALITA’, MARE E DIVERTIMENTO

Riviera di Rimini è una delle aree di vacanza più importanti in Europa e nel bacino del Mediterraneo. Il suo territorio offre, in felice sintesi, le testimonianze monumentali e artistiche di un insigne passato accanto ad un’estesa, efficiente e moderna organizzazione turistica, conosciuta in tutto il mondo per la efficienza e per la sua straordinaria capacità di accoglienza ed ospitalità. Rimini, Riccione, Bellaria Igea Marina, Cattolica e Misano Adriatico sono i nomi delle località famose in tutta Europa come meta per una piacevole vacanza al mare, ricca di divertimenti. L’offerta di ospitalità della provincia è costituita da circa 2200 alberghi, ai quali vanno aggiunti residenze turistico alberghiere, campeggi e ostelli, aree per camper, case di vacanza e agriturismi, appartamenti, case private e bed & breakfast. Per servizi, attrezzature e sicurezza, la spiaggia di Riviera di Rimini è apprezzata sia dai giovani che dalle famiglie. La sabbia finissima e i bassi fondali la rendono adatta ai giochi e ai divertimenti dei bambini. La balneazione è sorvegliata dall’occhio vigile e amico dei bagnini. È una spiaggia organizzata con ombrelloni, lettini e spazi per vari sport, dalle bocce al beach volley al basket. Anche in acqua tante attività: canoa, windsurf, kitesurf, sci nautico. Moderne ed attrezzate darsene soddisfano le esigenze di chi ama andare in barca. Per il tempo libero non c’è solo il mare, le opportunità sono infinite: impianti sportivi, discoteche, pub e caffè, escursioni nelle colline e nei paesi storici dell’interno, e soprattutto una fitta rete di grandi parchi pensati per il divertimento insieme di adulti e bambini.

UNA TERRA DALLE RADICI ANTICHE

Riviera di Rimini è una terra dalle radici antiche, con un passato insigne che ha lasciato ricche e preziose tracce. Mille anni prima di Cristo a Verucchio gli Etruschi diedero vita ad uno dei più fiorenti poli della civiltà villanoviana. Sulla costa i romani fondarono Ariminum, punto d’arrivo della via Flaminia e punto di partenza della via Emilia. Da allora Rimini è sempre stata un luogo di incontro, un crocevia. Il passato romano ha lasciato nella città tracce ancora oggi imponenti e suggestive: l’Arco d’Augusto, il Ponte di Tiberio, l’Anfiteatro, la Domus del Chirurgo. Testimonianze del fiorente periodo medievale sono il Palazzo dell’Arengo e gli splendidi affreschi trecenteschi della Chiesa di Sant’Agostino, capolavoro di una scuola prolifica che trasse da Giotto la propria ispirazione. Tra il XIII e il XVI secolo queste terre erano dominate dalla casata dei Malatesta, una delle famiglie più potenti dell’epoca. I suoi domini si estendevano in diverse regioni d’Italia, ma il cuore della Signoria restò sempre nelle terre riminesi. Sotto i Malatesta ogni paese dell’interno diventò un castello, fiorirono le arti e la cultura. A Rimini sorse il Tempio Malatestiano, uno dei capolavori dell’arte rinascimentale, edificato da Leon Battista Alberti e impreziosito dal crocifisso di Giotto, l’affresco di Piero della Francesca, i bassorilievi di Agostino di Duccio e Matteo de’ Pasti. Sigismondo Pandolfo costruì la sua sontuosa residenza, quel Castel Sismondo che ancora oggi, restaurato, domina il centro storico di Rimini. Nelle sale della Rocca vengono periodicamente organizzate mostre di rilievo nazionale e internazionale. Nel Museo della Città sono conservati un prezioso lapidario romano, ed una ricca pinacoteca con opere di maestri che hanno scritto la storia dell’arte.

LA DOLCE VITA DELLE COLLINE RIMINESI

Signoria dei Malatesta: è il nome della regione storica che si è formata tra Medioevo e Rinascimento nel lembo meridionale della Romagna, fra il mare Adriatico e le colline del Montefeltro sottoposte ai duchi di Urbino. Tra il XIII e il XVI secolo i Malatesta rappresentano una delle famiglie che fanno la storia d’Italia. I loro possedimenti si estendono in varie regioni ma il cuore della Signoria, il centro del potere, è rappresentato da Rimini, la capitale, e dalle colline circostanti. I segni di questo dominio sono oggi ben visibili: Castel Sismondo e il Tempio Malatestiano a Rimini; borghi, rocche e castelli sparsi lungo le belle vallate del Marecchia e del Conca. Signoria dei Malatesta è il nome che oggi definisce la corona di colline e di campagne che si affacciano sul mare di Riviera di Rimini: quindici Comuni che conservano intatto il fascino della natura e della storia, pronti ad accogliere i visitatori offrendo loro il meglio della loro cultura e della loro tradizione. Centri storici rimasti inalterati, borghi fortificati, rocche maestose, dipinti e affreschi anche nelle più umili chiese, musei che custodiscono i segni di un passato antico e recente. Testimonianze storiche e artistiche inserite in un paesaggio di morbide colline in Valconca e di alte rocce in Valmarecchia, borghi e paesi circondati da campagne coltivate, campi di ulivi e di vigneti, boschi di querce e castagni. Scorci di paesaggi mozzafiato e balconi da cui spesso è possibile vedere l’azzurra linea del mare e i monti più lontani. I paesi della Signoria dei Malatesta sono: Coriano, Gemmano, Mondaino, Montecolombo, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo, Morciano di Romagna, Poggio Berni, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano, Santarcangelo di Romagna, Torriana e Verucchio. Dal 15 agosto 2009 si uniscono alla provincia di Rimini sette comuni dell’Alta Valmarecchia, ex territorio dei Montefeltro, staccandosi dalla regione Marche e dalla provincia di Pesaro e Urbino: Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria, Talamello.

CUCINA: I SAPORI DELLA TRADIZIONE ROMAGNOLA

Riviera di Rimini è una terra dai sapori genuini e che ama l’arte del mangiare bene. Per verificarlo basta sedersi in qualsiasi ristorante della costa o in qualsiasi locale tipico dell’interno. Ovunque è possibile pranzare facendo affidamento su un ottimo rapporto fra qualità e prezzo. Sulla tavola non mancherà mai la “piada” (ormai conosciuta come “piadina”), un simbolo della cucina romagnola. Si tratta di un pane azzimo, sottile, da gustare ben caldo insieme a prosciutto e salumi, oppure spalmandovi morbidi formaggi. Una specialità da tutti apprezzata sono i primi piatti: sono realizzati con la pasta fatta in casa (tagliatelle, strozzapreti, ravioli, gnocchi, cappelletti) e conditi con saporiti ragù di carne o di pesce. Arrosti e grigliate miste di carne sono proposti con grande sapienza. Ma sulla costa il re della tavola è il pesce, cucinato secondo tradizione e spesso con qualche brillante novità. Ad accompagnare i pasti ci sono i vini tipici delle colline riminesi (Sangiovese, Trebbiano, Pagadebit) che hanno raggiunto ottimi livelli di qualità. Nelle località dei Malatesta Montefeltro sono numerose le cantine dove è possibile degustare e acquistare i vini. Nelle colline è possibile incontrare anche aziende agricole dove ci si può rifornire di formaggi di ottima qualità tra cui l’Ambra di Talamello rinomato formaggio di fossa. La produzione di olio extravergine di oliva D.O.P., una tradizione antica, ha raggiunto negli ultimi anni risultati invidiabili e sono numerosi i produttori. A tutto questo si aggiunge il Tartufo Bianco pregiato di Sant’Agata Feltria che viene proposto al grande pubblico nella sagra che si svolge tutte le domeniche di ottobre. Riviera di Rimini è una terra tutta da gustare.

VACANZA ATTIVA E BENESSERE

In Riviera si può praticare qualsiasi sport. A Rimini e nelle altre località è facile trovare campi e impianti per giocare a tennis, basket, calcio, calcetto, volley. Club, società, federazioni sempre più scelgono Riviera di Rimini come luogo dove tenere manifestazioni, gare, meeting, campionati. Ciò accade perché le località della costa sono in grado di offrire un invidiabile sistema di attrezzature, campi e impianti per l’esercizio di diverse discipline sportive. Per gli amanti della bicicletta la Riviera è un autentico paradiso: dalle strade in pianura della costa si passa immediatamente ai saliscendi delle colline, fra paesaggi incantevoli e memorie storiche di pregio. Sulla costa sono di anno in anno sempre più numerosi gli alberghi attrezzati per ospitare i cicloturisti e le loro amate biciclette. Chi preferisce il green, ha l’imbarazzo della scelta fra il Rimini Verucchio Golf Club di Villa Verucchio e il Riviera Golf Resort di San Giovanni in Marignano. Non mancano i maneggi da dove partire per passeggiate a cavallo lungo i sentieri delle colline. Ma la provincia di Rimini è anche un territorio con elevata concentrazione di palestre e di centri per l’attività fisica e il benessere. Si può stare in vacanza e mantenersi in forma. La ricerca di un piacere mirato alla cura della propria persona si esprime in vacanze relax che possono essere racchiuse sotto il termine wellness, ossia salute e benessere. Sono ormai numerosi gli alberghi che si sono dotati di un centro benessere o che comunque garantiscono ai clienti servizi di questo tipo. Questo tipo di vacanza ha i suoi santuari nei centri termali della Riviera, RiminiTerme e Riccione Terme.

EVENTI E SPETTACOLI

Sulla Riviera di Rimini non solo in estate, ma durante tutto l’anno è un’esplosione di eventi: spettacoli, festival teatrali e cinematografici, mostre d’arte, gare sportive, meeting culturali, raduni di ogni genere, sagre dedicate ai prodotti enogastronomici locali, feste tradizionali. Tutte le località della Riviera, ed anche i centri collinari dei Malatesta Montefeltro, fanno a gara per tenere compagnia ai loro ospiti in modo sempre più fantasioso e coinvolgente. Ogni giorno e ogni sera si può scegliere fra mille proposte. Si è in vacanza e si rimane al centro del mondo, incontrando le mode e le tendenze del momento (anzi, di domani e dopodomani). L’intelligenza e i sensi non restano mai a riposo. Si riparte soddisfatti per aver visto, gustato, ascoltato, seguito, partecipato.

STORIA E ARTE D’ITALIA A DUE PASSI

Rimini e la sua Riviera si trovano in una posizione ideale anche per chi ha interesse a visitare le città ricche di storia e di arte che si trovano nell’Italia centrale. A due passi c’è San Marino, la più antica repubblica del mondo, con le tre rocche che ne formano il profilo e tanti musei da visitare. A pochi chilometri sorge la città fortezza di San Leo, che oltre al castello presenta fra i suoi gioielli anche il Duomo e la Pieve romanica. A un’ottantina di chilometri c’è Urbino, con il suo Palazzo Ducale di epoca rinascimentale. A poco più di 150 chilometri distano Assisi, con gli affreschi di Giotto della Basilica di San Francesco, e Firenze, coi suoi monumenti e opere d’arte di inestimabile valore. Ad appena 50 chilometri è possibile ammirare lo splendore dei mosaici bizantini di Ravenna e, seguendo la dorsale adriatica, dopo 150 chilometri si arriva a Venezia, la città della laguna e dei canali sui quali si affacciano eleganti palazzi e monumenti. Rimini può essere il punto di partenza per visitare le altre città d’arte dell’Emilia Romagna come Bologna, Parma e Ferrara.

Testi e immagini Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini (www.riviera.rimini.it)